→ 3.70 → Estella [Lizarra] → 2.00km → Ayegui

Altitudine
426
To end of camino
654.90
Bancomat
Yes
Bar
Yes
Fermata dell’autobus
Yes
Terminal degli autobus
Yes
Ufficio postale
Estella 5, 31200,Mon-Fri: 0830-2030 & Sat: 0930-1300,948 551 792
Negozio di alimentari
Yes
Centro medico
Yes
Farmacia
Yes
Restaurant
Yes

Nonostante le sue piccole dimensioni, Estella ha molto da offrire. Il cammino vi fa il suo ingresso lungo il fiume, sulla riva occidentale. Per visitare la maggior parte delle chiese e per alloggiare negli albergues dovrete attraversare il Río Ega.

Questo paese vanta una quantità impressionante di edifici storici, così tanti che per visitarli tutti servirebbe un weekend intero. I due più importanti sono il Palazzo dei Re di Navarra (in realtà mai usato dal re di Navarra) e la Chiesa di San Pedro de la Rua. Gli altri comprendono la Chiesa del Santo Sepolcro (appena entrate in paese sulla sinistra, chiusa dal 1881), la Chiesa di San Miguel e la Basilica del Puy, per raggiungere la quale è necessario salire in cima al paese. Ritagliatevi un po’ di tempo per vagare per le strade di Estella e ammirare tutto questo.

Se decidete di fermarvi qui un giorno in più per riposare ed esplorare il paese, nelle vicinanze ci sono dei bellissimi sentieri; chiedete delle mappe all’ufficio turistico vicino al Palazzo.

Festività

Il giovedì a Estella è il giorno del mercato, oggi come 900 anni fa. Fermatevi in Plaza de los Fueros (di fronte alla Chiesa di San Juan) per una selezione di alimenti freschi di stagione e specialità da tutta la Spagna. Estella ha due patroni: San Andrés e la Vergine del Puy. San Andrés viene festeggiato come “El Viernes de Gigantes” il primo venerdì precedente alla prima domenica di agosto. I giganti abbondano (uomini travestiti da giganti sfilano per le strade) e c’è anche una corsa dei tori. Il patrono della Vergine si festeggia invece il 25 maggio.

 

Storia

Dal punto di vista geografico, Estella si trova a nord di quello che altrimenti sarebbe un semplice sentiero a ovest di Villatuerta. Il suo sviluppo commerciale non fu alimentato dai pellegrini (come nel caso di molti altri paesi) ma dai traffici del Re Sancho Ramirez alla fine dell’XI secolo.

 

Il cammino

Se avete alloggiato in uno degli albergues della parte nuova del paese, attraversate nuovamente il ponte per ricongiungervi al cammino che esce dalla città.